• Home / CITTA / 13 mln di euro rubati al ministero della Pubblica Istruzione

    13 mln di euro rubati al ministero della Pubblica Istruzione

    Maxi furto al ministero della Pubblica Istruzione. "C'e' un buco di oltre tredici
    milioni di euro nelle casse del ministero della Pubblica Istruzione.
    Soldi depositati su un conto corrente on line aperto presso le Poste
    Italiane e svuotato da un gruppo criminale che avrebbe anche legami
    con la 'ndrangheta". Lo riferisce il "Corriere della Sera" che
    aggiunge: "Alcuni personaggi sospettati di aver partecipato al "colpo" sono infatti indagati dalla procura di Reggio Calabria
    per riciclaggio di denaro per conto delle cosche".
    "La somma -prosegue il quotiano – e' stata
    rintracciata dagli investigatori della polizia postale in una banca
    del Cairo, la National Bank of Egypt.  La magistratura sta adesso
    cercando di recuperarla e di scoprire chi sia la talpa che ha soffiato
    alla banda le indicazioni giuste. Ma anche di accertare se altri fondi
    siano stati occultati con lo stesso meccanismo. Importi inferiori che
    potrebbero essere sfuggiti ai controlli".
    E anche "La Stampa" riferisce: "Va subito detto che questa e' la
    storia di una truffa telematica. I rapinatori non hanno usato fiamme
    ossidriche e grimaldelli per portarsi via la cassa, ma 'username' e
    'password'. E si tratta di personaggi di tutto rispetto, alcuni di
    loro sarebbero coinvolti in una inchiesta sul riciclaggio della
    'ndrangheta. Una indagine tuttora in corso che promette sviluppi
    clamorosi. Buone notizie, per il ministero della Pubblica istruzione, nel senso che la somma rubata e' stata
    ritrovata e 'congelata' – trovandosi in Egitto .