• Home / CITTA / Why not, Ripepe “Rabbia e indignazione”

    Why not, Ripepe “Rabbia e indignazione”

    ''Dopo la decisione del
    Tribunale del riesame sono ancora piu' convinto di essere stato
    vittima di un abuso''. A dirlo e' stato Eugenio Ripepe,
    commentando la decisione del Tribunale del riesame di Catanzaro, sul dissequestro di
    documenti e oggetti prelevati in occasione di una perqusizione
    disposta nell'ambito dell'inchiesta Why Not.
    ''La decisione del Tribunale – ha proseguito Ripepe – non
    attenua la mia rabbia e la mia indignazione per una
    perquisizione assolutamente invasiva che non ha rispettato i
    miei diritti di cittadino. Oltretutto non figuro neanche tra gli
    indagati dell'inchiesta e mi sfugge ancora il motivo per il
    quale la magistratura abbia mandato i carabinieri a casa mia.