• Home / CITTA / Tumori, Calabria regione con minore mortalità maschile

    Tumori, Calabria regione con minore mortalità maschile

    Con 167,7 decessi per 100 mila persone (Tasso medio standardizzato di mortalita', classe di eta' 0-84 anni – Anni 1998-2007) la Calabria si classifica come regione con minore mortalita' maschile per tutti i tumori maligni (media italiana di 203,1 casi per 100 mila). Inoltre i maschi calabresi vantano anche la piu' bassa incidenza di tumori, il tasso medio standardizzato tra 1998 e 2007 e' di 274,3 casi per 100 mila contro una media italiana di 357 casi. Basse anche l'incidenza e la mortalita' tra le donne, rispettivamente 198,1 casi per 100 mila abitanti contro una media italiana di 267,7 casi, e 88,1 casi per 100 mila contro una media italiana di 109,2 casi. Bene anche per alcuni stili di vita: solo il 19% della popolazione regionale over-14 fuma, ma ben il 60% della popolazione e' costituita da non fumatori, dato che pone la Calabria al secondo posto per frequenza di non fumatori dopo la Puglia; la media nazionale invece e' di un 22,0% di fumatori e un 53,2% di non fumatori. Bene anche sul fronte dei consumi di alcol: risulta che il 30,63% dei calabresi non ne consuma, una percentuale al di sopra della media nazionale pari al 27,95%. Altro dato positivo: il tasso grezzo di ospedalizzazione per disturbi psichici risulta in diminuzione in Calabria (da 56,7 casi per 10.000 nel 2001 a 52 nel 2004), in linea con la generale tendenza alla diminuzione nel resto d'Italia (da 56,5 a 52,4). Infine e' basso in Calabria il tasso di mortalita' per abuso di stupefacenti, 0,94 casi per 100 mila abitanti nel 2006 contro una media italiana di 2,15 casi. (AGI)