• Home / CITTA / Sila sommersa dalla neve: le fotografie

    Sila sommersa dalla neve: le fotografie


    Quello che sta accadendo in Sila, ha dell'incredibile: nessuno ci
    avrebbe scommesso un centesimo fino a ieri, e, sì, pur essendo previste
    nevicate, si potevamo immaginare accumuli normali e non certo la
    valanga di neve che invece nelle ultime ore è caduta dal cielo.

    I collegamenti sono in tilt, e in alcune zone sono caduti oltre 150cm di neve !

    Si susseguono le notizie dalla Sila, a tratti drammatiche a causa della neve caduta abbondante.


    Maltempo: Calabria, bufera in Sila

    Sul Monte Botte Donato e' caduto un metro di neve

    (ANSA) – CATANZARO, 8 FEB – La Calabria e' stretta
    quasi ovunque dal maltempo. In Sila, sul monte Botte Donato e' caduto
    un metro di neve e c'e' bufera. Il tratto Sibari-Morano della
    autostrada A3 e' stato chiuso per raffiche di vento. Sulla strada
    statale 107 silana si segnalano problemi alla circolazione e alcune
    autovetture sono uscite fuori strada senza provocare gravi conseguenze.
    In Sila le temperature sono qualche grado sopra lo zero e dunque non si
    segnalano tratti di strada ghiacciati.


    Maltempo: Calabria, Sila sommersa dalla neve

    I Carabinieri mettono in salvo una famiglia bloccata in Sila.



    Una famiglia napoletana di tre persone e' stata salvata dai carabinieri
    di San Pietro in Guarano e di Montalto Uffugo, dopo essere rimasta
    bloccata in Sila, a bordo di un fuoristrada, a causa di una abbondante
    nevicata. I tre, un chirurgo del policlinico universitario di Napoli
    con la moglie ed il figlio diciassettenne, hanno chiesto aiuto intorno
    alle 22.30 di ieri sera per telefono, senza pero' riuscire a dare
    indicazioni su dove si trovassero. Le ricerche dei carabinieri sono
    proseguite sino alle 5 di stamani quando i tre sono stati trovati, in
    buone condizioni di salute, in localita' Laghicello di San Pietro in
    Guarano. (ANSA).

    Non è invece "colpa" della neve, bensì del forte vento, se anche il
    traffico sull'A3 Salerno – Reggio Calabria ha avuto dei problemi:

    La Sala Operativa Anas segnala che, a causa delle forti raffiche di
    vento che stanno interessando, fin da ieri sera, il tratto
    calabro-lucano dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, è stata
    predisposta, per motivi di sicurezza, la chiusura temporanea per tutti
    i veicoli della carreggiata nord tra gli svincoli di Sibari e Morano e
    per i soli mezzi pesanti della carreggiata sud tra gli svincoli di
    Morano e Frascineto. Sempre a causa delle avverse condizioni
    atmosferiche, l’Anas sconsiglia ai mezzi furgonati, telonati ed ai
    caravan il transito tra Lagonegro e Sibari e raccomanda particolare
    prudenza nel tratto calabrese della A3 compreso tra Falerna e Sibari.
    Infine, l’Anas ricorda che persiste, a causa della continua evoluzione
    della situazione meteo, l’obbligo di catene a bordo tra gli svincoli di
    Sibari e Frascineto che viene costantemente monitorato dalle squadre
    Anas che perlustrano l’autostrada. L’Anas segnala che l’informazione
    agli automobilisti sulla viabilità e sul traffico è assicurata
    attraverso il CCISS 1518 “Viaggiare Informati”, Isoradio, le emittenti
    radio-televisive, il sito Anas www. stradeanas.it e chiamando il numero
    verde 800.290.092

    La situazione nevosa in Sila ha
    dell'incredibile, perchè le precipitazioni nell'altopiano Calabrese
    sono state davvero eccezionali.

    Secondo fonti ufficiose (in
    queste ore in cui è stato un susseguirsi di notizie) ecco la situazione
    con gli accumuli nevosi approssimativi:

    Botte Donato 150cm (1.929mt slm)

    Monte Curcio 120cm (1.730mt slm)

    Monte Scuro 70cm (1.677mt slm)
    Camigliatello inizio cabinovia 65cm (1.410mt slm)
    Lorica 60cm (1.310mt slm)
    Camigliatello paese 50cm (1.360mt slm)
    Cecita 45cm (1.180mt slm)
    Nocelle 40cm (1.315mt slm)
    San Giovanni in Fiore rione Bacile (zona alta) 40cm (1.280mt slm)
    Spezzano della Sila 25cm (950mt slm)
    San Giovanni in Fiore paese 20cm (1.000mt slm)

    Gli accumuli rispecchiano le precipitazioni registrate dalle
    stazioni meteo automatiche della Protezione civile Calabria (Longobucco
    150mm di pioggia ! ) : con questo tipo di correnti, queste aree sono
    state colpite e affondate dal maltempo nevoso.

    E'
    eccezionale la situazione neve in Sila, che si ritrova a dover fare i
    conti con la terza seria ondata di freddo e neve della stagione
    invernale, dopo quelle, già molto intense, di metà dicembre 2007 e del
    21-24 gennaio 2008.

    Bisogna sottotlineare che quest'inverno
    verrà ricordato, per la Sila, come "molto nevoso", mentre invece tutto
    il resto dell'Appennino centro/meridionale vive un'anomalia calda e
    secca non indifferente tanto che anche in Abruzzo e Molise gli impianti
    sciistici sono ancora chiusi per assenza di neve e lì anche la
    perturbazione degli ultimi giorni pur avendo portato il freddo, non ha
    prodotto precipitazioni.

    Nelle ultime ore ha nevicato bene
    anche sul Pollino, in Aspromonte, sui Nebrodi e sull'Etna, ma niente a
    che vedere con gli accumuli e le precipitazioni abbondanti della Sila
    che si conferma (e non è la prima volta) "isola felice" nivometrica di
    un Appennino meridionale sempre più spoglio di neve, almeno negli
    ultimi inverni.

    Dal punto di vista scientifico, comunque, è
    molto probabilmete solo un caso dovuto alle correnti prevalenti nelle
    uniche tre ondate di freddo e maltempo che in quest'inverno hanno
    colpito il Centro/Sud, correnti che hanno favorio alla grande la Sila.

    Ecco le fotografie di Luigi de Marco, Redazione MeteoWeb – Il Meteoportale del Mediterraneo, di San Giovanni in Fiore:









    Nelle prossime ore è previsto
    un miglioramento delle condizioni meteorologiche, con schiarite via via
    sempre più ampie ma molte nubi e possibilità di qualche rovescio nevoso
    oltre i 700-800 metri anche nel weekend.

    La prossima settimana, pur rimanendo molto fredde le temperature
    (consentendo al manto nevoso di congelarsi e quindi garantendo
    l'apertura degli impianti sciistici per giorni e giorni!), il tempo
    tornerà bello, anticiclonico e soleggiato.

    Peppe Caridi

    Fonte dati e fotografie:

    MeteoWeb.it – il Meteoportale del Mediterraneo

    Protezione Civile Regione Calabria