• Home / CITTA / Sanità, sindacati: “La Regione Calabria nessuna posizione su CCNL”

    Sanità, sindacati: “La Regione Calabria nessuna posizione su CCNL”

    ''La Regione Calabria non ha
    preso alcuna posizione in merito al ritardo di oltre due anni
    della scadenza contrattuale nazionale del comparto
    Sanita'''.
    Lo si legge in una nota di Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl.
    ''Per affrontare l'emergenza sanitaria calabrese –
    continua la nota – non basta il Commissariamento, ma deve
    maturare la convinzione di tramutare l'azione straordinaria
    in intervento ordinario a beneficio di una corretta
    programmazione sanitaria con una conseguente attuazione
    gestionale delle politiche sanitarie. Tali fattori non
    possono prescindere dal rispetto dei diritti degli operatori
    e, quindi, dalla tutela salariale, dalla professionalita' e
    dalle condizioni di lavoro di tutti i Lavoratori della
    Sanita'''.
    Per queste motivazioni, che sono in aggiunta a quelli
    della mobilitazione nazionale di Cgil F.p. – Cisl F.p. e Uil
    Fpl – dicono i Sindacali calabresi – protestiamo contro le
    posizioni del Governo e delle Regioni rispetto ad aumenti
    contrattuali piu' bassi di quelli degli altri comparti
    pubblici; strumentale sottostima del monte salari di
    riferimento; un contratto inferiore a quello del 2004/2005;
    una contrattazione integrativa senza elementi reali di
    valorizzazione di lavoratori.
    L'iniziativa di mobilitazione in Calabria sara'
    formalizzata con l'occupazione delle Direzioni Generali delle
    Aziende Ospedaliere e delle ASL; col presidio degli operatori
    del comparto Sanita' Pubblica presso la sede della Giunta
    Regionale in via Massara – Catanzaro, che avvera' il 4
    febbraio p.v., al fine di raggiungere l'obiettivo della
    sottoscrizione di un documento a sostegno della vertenza per
    il mancato rinnovo del CCNL della Sanita' Pubblica. (ASCA)