• Home / CITTA / Rende, ex vicesindaco in polemica col Pd

    Rende, ex vicesindaco in polemica col Pd

    ''Quando mi sono candidata alle primarie del Pd, questa candidatura e' stata utilizzata come pretesto per rimuovermi dal mio ruolo di vice sindaco di Rende. Forse penserete che il sindaco sia di destra, o del Pdl. Ebbene no, si tratta di un sindaco del Partito democratico''. A dirlo e' stata Serena Arcuri, intervenendo all'assemblea costituente del Partito democratico, a Roma. ''Il segretario Veltroni – ha sostenuto la componente dell'Assemblea costituente del Pd – ha detto di voler correre libero. Tale espressione ha molti significati, tutti di grande pregio. Voglio pero' segnalarvi cosa puo' succedere a chi decide di 'correre libero'''. ''A questo punto – ha proseguito Serena Arcuri – il problema non e' piu' mio. E' il Partito democratico che deve decidere cosa vuol fare da grande: se la sua nascita deve essere un pretesto per tagliare la testa a chi davvero vuole correre libero, libero di pensare e di operare, anche in una terra dura come la mia Calabria, o se vuole essere, come mi auguro, il partito dove trovano spazio anche coloro che credono in un vero, unico rinnovamento della politica e della societa'''. ''Al termine dell'intervento – si riferisce in un comunicato – si sono complimentati con Serena Arcuri Rosy Bindi, Dario Franceschini, Massimo D'Alema e Marco Minniti, che hanno anche chiesto spiegazioni dettagliate sulla vicenda''. (ANSA).