• Home / CITTA / Reggio, Polizia denuncia due rumeni per impiego di minori in accattonaggio

    Reggio, Polizia denuncia due rumeni per impiego di minori in accattonaggio

    Al fine di contrastare il fenomeno dell’accattonaggio con l’impiego di minori ad opera di nomadi di nazionalità rumena, l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Reggio Calabria ha posto particolare attenzione al contrasto di detta disdicevole pratica, che espone piccoli nomadi ai pericoli del traffico e delle intemperie, denunciando nei primi due mesi di quest’anno circa 15 persone, tutti di nazionalità rumena, per questo reato.- Nella mattinata di ieri personale della Polizia di Stato impegnato in servizio di “Volante” ha, ancora una volta, denunciato in stato di libertà per il reato di “impiego di minori nell’accattonaggio”, altri due cittadini rumeni, C.D. e I.M. entrambi di anni 26, genitori di una piccola bimba di due anni, utilizzata per impietosire automobilisti e passanti ed indurli a donare l’elemosina nella zona tra v.le Calabria e v.co Furnari.-Il padre della piccola, che alla vista del personale della “volante” tentava di allontanarsi dalla zona fingendo di non conoscere i propri congiunti, controllava a debita distanza l’attività di accattonaggio della propria moglie la quale, tenendo in braccio la piccola bimba, dribblava le autovetture in transito nell’incrocio su indicato chiedendo l’elemosina agli automobilisti.-I due cittadini comunitari sono stati condotti in Questura per l’identificazione e la successiva segnalazione di reato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Reggio Calabria, nonché all’Ufficio Minori della Divisione di Polizia Anticrimine che svolgerà gli opportuni adempimenti in merito alla segnalazione al Tribunale dei Minori.-