• Home / CITTA / “Why not”, sistema Saladino “Anche Don Giussani si rivolterebbe nella tomba”

    “Why not”, sistema Saladino “Anche Don Giussani si rivolterebbe nella tomba”

    Nel decreto di perquisizione eseguito stamani nei confronti di Agazio Loiero ed Eugenio Ripepe i magistrati riportano anche una frase riferita verso il leader della compagnia delle opere, Antonio Saladino, e che sarebbe stata ripetuta nella sua comunita': ''se avesse saputo dei comportamenti del Saladino, don Giussani si sarebbe rivoltato nella tomba''. I tre magistrati descrivono il 'Sistema Saladino' sostenendo che ''e' in tale contesto che ai medesimi partecipi del suo gruppo il Saladino, ad un certo punto, appare cambiato: in definitiva, non piu', apparentemente, filantropo, religiosamente ispirato, finalizzato ad aiutare chi avesse bisogno di lavoro ma esplicito nella ricerca di 'affari', cioe' di 'fare soldi'''. ''Nella sua comunita' – e' aggiunto – si registrano reazioni diverse: chi trova conferma di una propria iniziale diffidenza; chi, formalmente, si oppone ad operazioni che appaiono 'losche'; chi cerca di allontanarsi in maniera indolore; chi trova non piu' tollerabile un sistema che, anche nel reclutamento dei giovani, appare strumentalizzarli per fini propri''. (ANSA).