• Home / CITTA / “Why not”, Giunta Regionale: “Rischi per via di indagini complesse”

    “Why not”, Giunta Regionale: “Rischi per via di indagini complesse”

    ''Siamo vicini al presidente
    Loiero umanamente nella consapevolezza della sua estraneita' e
    ci identifichiamo nella sua azione di innovazione amministrativa
    e burocratica della Regione. Allo stesso tempo, nel rispetto
    dell'azione della magistratura, paventiamo per indagini cosi'
    lunghe e complesse, il rischio di una delegittimazione della
    magistratura stessa come istituzione''. Lo ha detto il
    vicepresidente della Regione Calabria, Domenico Cersosimo,
    incontrando i giornalisti, a nome dell'esecutivo, dopo gli
    ultimi sviluppi dell'inchiesta Why Not. La Giunta regionale si
    e' riunita nel pomeriggio di oggi presieduta proprio da
    Cersosimo.
    ''Il rischio di indagini che non finiscono mai e che si
    dilatano a dismisura – ha aggiunto il vicepresidente – ci
    preoccupa come cittadini prima che come amministratori. Anche
    perche' tempi troppo lunghi possono determinare possibili
    paralisi amministrative tarpando le ali alle decisioni
    pubbliche. Nessuno nega che le indagini si debbano fare, e'
    necessario pero' che le stesse indagini arrivino a
    determinazioni, cio' soprattutto in una regione come la Calabria
    che ha bisogno di un 'di piu'' di governo''.
    ''L'attivita' amministrativa come dimostrano gli esiti della
    riunione dell'esecutivo – ha detto ancora Cersosimo – non si e'
    fermata. La nostra esistenza come esecutivo dipende dalla sua
    voglia di continuare la battaglia di cambiamento intraprese. In
    questo faremo di tutto per stargli vicino''.(ANSA).