• Home / CITTA / “Why not”, Cdl Calabria: “Loiero stacchi la spina”

    “Why not”, Cdl Calabria: “Loiero stacchi la spina”

    "Noi siamo garantisti non a
    corrente alternata e riteniamo sacrosanta la presunzione
    d'innocenza anche per chi non ha subito una condanna
    definitiva, figuriamoci per un semplice avviso di garanzia, ma
    il problema della Calabria e' politico: il presidente Loiero,
    se avesse senso di responsabilita', staccherebbe adesso la
    spina consentendo ai calabresi di scegliere un nuovo governo e
    sottraendo la Calabria a questo stato comatoso". Lo affermano i
    capigruppo del centro-destra alla Regione Calabria Pino Gentile
    (Fi) , Michele Trematerra (Udc), Alberto Sarra (An), Sergio
    Abramo (Misto) e Francesco Galati (Nuovo Psi), dopo gli
    sviluppi dell'inchiesta Why Not. "C'e' un esecutivo regionale –
    affermano i capigruppo – che sosteneva di basare la sua azione
    su due direttrici: il nuovo piano sanitario e la stazione unica
    appaltante: il primo e' un libro dei sogni che tarda a tradursi
    in realta, la seconda e' stata cassata clamorosamente dal
    Governo nazionale che l'ha impugnata dinanzi alla Consulta. La
    Regione e' in coma – prosegue la nota- ed e' lo specchio del
    fallimento di una stagione di centrosinistra che ha solo
    prodotto illusioni e seminato promesse irrealizzabili, non
    riuscendo in alcun modo a rappresentare i blocchi sociali
    intermedi Non puo' essere un'azione giudiziaria, per quanto
    assai inquietante negli aspetti prodromici – continuano i
    capigruppo- a scandire l'agenda politica: la magistratura
    merita rispetto e stima, ma la presunzione d'innocenza e' un
    caposaldo che non puo' essere intaccato: Loiero non rappresenta
    piu' i calabresi perche' si e' spenta ogni fase propulsiva
    della sua coalizione , trascinata da un'antica e desueta
    liturgia di crisi e di rimpasti, di immobilismi e diktat che
    hanno ridotto la sua gestione a duna mera e reiterata
    conduzione di potere monocratico". (AGI)