• Home / CITTA / Processo Loiero: Pm riformula capi d’imputazione

    Processo Loiero: Pm riformula capi d’imputazione

    Il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro Salvatore Curcio ha presentato oggi, al giudice per le indagini preliminari l'integrazione dei capi di imputazione per il procedimento giudiziario a carico, tra gli altri, del presidente della Giunta regionale, Agazio Loiero. In particolare, l'inchiesta avviata dal pm Luigi De Magistris, attualmente in ferie, avrebbe portato alla luce , in questo specifico filone, un'ipotizzata associazione per delinquere finalizzata a dirottare appalti della sanita' nelle mani della societa' Ital Tbs. Nell'ultima udienza, il gip aveva chiesto al pm di integrare i capi di imputazione relativi alle gare di appalto per i servizi relativi alle strutture sanitarie Mater Domini di Catanzaro, Crotone, Locri e Reggio Calabria, mentre il giudice per le indagini preliminari aveva ritenuto corretti i capi di imputazione riferiti alla gara di appalto per la manutenzione delle apparecchiature elettromedicali dell'ospedale Pugliese di Catanzaro. Oggi, dunque, il pm Curcio ha presentato le spiegazioni, in attesa della prossima udienza. Il quadro ricostruito dal pm De Magistris vedrebbe al centro dell'inchiesta un patto illecito che, grazie al contributo garantito dalle funzioni svolte da Loiero, avrebbe consentito agli imprenditori della Ital Tbs spa di accaparrarsi gli appalti. Il presidente della Regione e' indagato nella sua qualita' di presidente della Regione, ma anche in riferimento a vicende avvenute nell'aprile del 2005, prima, dunque, delle elezioni regionali. (AGI)