• Home / CITTA / Processo Fortugno, Ritorto: “Sono solo un capro espiatorio”

    Processo Fortugno, Ritorto: “Sono solo un capro espiatorio”

    "Sono il capro espiatorio di turno
    che deve pagare perche' non conto niente e perche' a un certo punto
    hanno voluto trovare 'un' colpevole, non 'il' colpevole, e chiudere un
    caso che avrebbe potuto portare chissa' dove". Lo afferma, in
    un'intervista rilasciata a 'Il Giornale' attraverso il suo avvocato,
    Salvatore Ritorto, accusato di essere il killer di Franco Fortugno,
    l'ex vicepresidente del consiglio regionale della Calabria ucciso a
    Locri il 16 ottobre 2005.
    I pm, sottolinea Ritorto, che ora si trova in isolamento nel
    carcere di Tolmezzo, "si affidano ciecamente al pentito Domenico
    Novella, uno che ha detto menzogne (smentite dai riscontri) anche nei
    confronti di altri miei coimputati. Io questo Novella l'ho frequentato
    appena due mesi, bisognerebbe domandarsi perche' dice tali e tante
    c… . Forse ha interesse a coprire qualcuno".
    Quanto a chi ha ucciso Fortugno, Ritorto risponde: "Non ne ho
    idea, sono estraneo ai circuiti criminali". "E poi ribadisco –
    aggiunge – i testimoni descrivono un'altra persona che spara".(Adnkronos)