• Home / CITTA / Perugia, Orlando: “Colpa della cultura dell’illegalità ed impunità“

    Perugia, Orlando: “Colpa della cultura dell’illegalità ed impunità“

    "L'operazione dei carabinieri sull'intreccio criminale che dalla Calabria all'Umbria ha coinvolto politici, mafiosi ed esponenti delle banche svela una terribile trasversalita' del vigliacco latrocinio organizzato". Cosi' Leoluca Orlando, portavoce nazionale dell'Italia dei Valori, commenta i molteplici arresti tra Calabria, Campania e Umbria guidati dalla magistratura perugina. "Infiltrazioni nei mercati immobiliari e in quelli edilizi, complicita' con uffici bancari, estorsione e droga, nonche' sostegno di politici locali di spicco e di funzionari della pubblica amministrazione – afferma Orlando – rivelano uno scenario di potere criminale costruitosi negli anni grazie, anche, a una pervasiva cultura dell'illegalita' e dell'impunita' che da anni denunziamo essere coltivata dalla stessa politica". "Cio' che sconcerta, e che pero' deve servire per un vigoroso risveglio etico – sottolinea Orlando – sono gli intollerabili costi di poverta', di immiserimento e di passiva subordinazione che comporta la collusione con la criminalita' organizzata. Si manifestano ancora una volta – ha concluso Orlando – una crisi di sistema e un vuoto di legalita' nel cuore stesso della politica, questioni fondamentali che pregiudicano economia di mercato, sicurezza sul lavoro, trasparenza e reale funzionamento del settore pubblico e che mortificano ogni sana aspirazione all'autorealizzazione in un generale clima di rispetto delle regole e fiducia".(AGI)