• Home / CITTA / Operazione “Naos”, si voleva decidere prossimo Sindaco di Brancaleone

    Operazione “Naos”, si voleva decidere prossimo Sindaco di Brancaleone

    Si voleva decidere anche il futuro amministrativo della città di Brancaleone. E' quanto emerge dall'ordinanza di custodia Cautelare emessa Dal Gip di Perugia. Luigi Martelli e Giuseppe Benincasa, arrestati nell'ambito dell'operazione "Naos", nelle elezioni comunali del 2008 volevano far eleggere primo cittadino della città di Brancaleone, Vincenzo Scaramozzino. Per confermare l'ipotesi accusatoria il Gip riporta nella sua
    ordinanza di custodia cautelare una conversazione telefonica tra
    Martelli e Benincasa.
    ''Poi – dice Martelli – il vice sindaco (facendo riferimento
    a Scaramozzino) che sara' sicuramente il nuovo sindaco di
    Brancaleone e' il cugino di Carmelo Gentile che voi avete
    conosciuto compare Pe'. Che fra due anni ci saranno le elezioni
    politiche a Brancaleone e che al novantanove per cento, noi
    tutti quanti appoggeremo questa lista, sennonche' in questi due
    anni ci saranno dei cambiamenti radicali no…?''.