• Home / CITTA / Omicidio Molè, ipotesi faida interna

    Omicidio Molè, ipotesi faida interna

    ''L'ipotesi che stiamo seguendo e' quello di un tentativo di cambio di leadership. L'ala armata della cosca che porta un attacco al vertice dei Mole' per assumere la guida del gruppo criminale''. Cosi' il coordinatore della Dda di Reggio Calabria, Salvatore Boemi, parlando con l'ANSA, commenta l'omicidio a Gioia Tauro del boss della 'ndrangheta Rocco Mole'. ''Attaccare i Mole' – aggiunge Boemi – non significa necessariamente attaccare i Piromalli. Dall'omicidio, comunque, emerge una situazione che e' da interpretare con particolare attenzione. In ogni caso, tra le piste che si seguono, una resa dei conti interna alla cosca e' quella che, al momento, appare piu' verosimile. Una situazione che si potrebbe ripetere tra poco anche a Reggio Calabria e che rappresenta lo stesso motivo per il quale c'e' stato lo scontro a San Luca''. ''Come cambia la societa', che non rispetta piu' alcun valore – dice ancora Boemi – cosi' sta cambiando anche la 'ndrangheta, Certi pincipi, che un tempo erano inviolabili, cadono e vengono meno alcuni vincoli familistici, sopraffatti dagli interessi economici. Ne conseguono miscele esplosive che sovvertono le siuazioni interne alle cosche. Questo di Rocco Mole' non e' un banale omicidio di mafia perche' segnera' una svolta nelle strategie mafiose nei prossimi anni in provincia di Reggio Calabria''. (ANSA).