• Home / CITTA / Omicidio Molè, investigatori: “Regolamento di conti o inizio di una guerra”

    Omicidio Molè, investigatori: “Regolamento di conti o inizio di una guerra”

    L'omicidio
    del boss Rocco Mole' o ''e' una questione interna che hanno
    risolto stamattina, e lo vedremo nei prossimi mesi oppure
    rappresenta l'inizio di una guerra di mafia''. E' questa
    l'analisi che viene fatta da investigatori e inquirenti a poche
    ore dall'agguato in cui e' stato assassinato un rappresentante
    di ''massimo spessore'' del ''casato'' Mole'-Piromalli.
    L'omicidio di Mole', dunque, puo' essere l'inizio di una
    nuova fase di belligeranza mafiosa, spiegano gli inquirenti,
    ''finalizzata a stabilire equilibri diversi nelle spartizioni
    dell'enorme torta di denaro che si sta investendo in questa
    zona''. E' possibile che sia sorto un contrasto, proveniente
    dall'esterno, perche' certe famiglie cercano di ritagliarsi un
    diverso spessore ed avere guadagni significativi. Se cosi'
    fosse, e' l'analisi degli inquirenti, si ''aprirebbe una
    stagione di sangue, perche' non e' possibile toccare il casato
    Mole' senza aspettare una risposta''.
    Saranno le prossime settimane ed i prossimi mesi, e' la
    previsione, a dare una risposta in tal senso.
    L'altra possibile spiegazione del delitto e' che si sia
    trattato di un regolamento interno ''ad un casato che ha molte
    facce, che ha molti protagonisti''. In questo caso gli
    inquirenti non si attendono risposte eclatanti, ma
    'modificazioni che potrebbero addirittura sfuggire alla nostra
    attenzione''. In sostanza gli affiliati ed i vertici della cosca
    risolverebbero il problema tra loro, magari con un accordo
    economico. In sostanza con il delitto verrebbe risolta quella
    che viene letta come ''una strisciante, significativa e lunga
    polemica che ha percorso le fila dei Piromalli-Mole'''. (ANSA).