• Home / CITTA / ‘Ndrangheta, Gratteri: “Una sanità infiltrata a tutti i livelli”

    ‘Ndrangheta, Gratteri: “Una sanità infiltrata a tutti i livelli”

    La 'ndrangheta ha infiltrato la sanita' calabrese ''a tutti i livelli''. Lo dice il direttore della Direzione anticrimine centrale (Dac) della polizia, Francesco Gratteri nel corso dell'audizione alla Commissione antimafia. Un'audizione piu' volte secretata in cui il capo della Dac ha affrontato anche i rapporti tra le cosche mafiose calabresi e la politica. ''Le attivita' investigative e ispettive recenti su varie Asl – ha spiegato – hanno messo in evidenza l'infiltrazione di appartenenti alla 'ndrangheta a tutti i livelli, dal piu' basso a quello amministrativo''. L'attenzione verso questo settore dell'apparato pubblico e' dunque una ''priorita''' per gli investigatori. Ai commissari Gratteri ha anche indicato come un elemento ''preoccupante'' l'omicidio di Rocco Mole', uno degli esponenti di spicco delle cosche di Gioia Tauro. Un omicidio su cui si deve ancora far luce e che pero' potrebbe modificare alcuni assetti criminali in Calabria. ''Vi e' effervescenza degli assetti e delle dinamiche della 'ndrangheta. E in questo contesto l'omicidio Mole' inquieta – ha detto – per lo spessore e il carisma della persona e per i suoi collegamenti con le altre famiglie nel contesto di Gioia Tauro. E' presto per leggere correttamente quello che e' accaduto ma e' comunque un fatto di altissima gravita' perche' non si tratta certo di un personaggio di secondo piano''. L'obiettivo dunque e' quello di chiarire al piu' presto il contesto in cui e' maturato un omicidio pericoloso, per legare i vari tasselli e capire se e' un fatto interno o esterno all'organizzazione''. (ANSA)