• Home / CITTA / Martedi 19 al “Cilea” convegno sugli “interventi dello Stato a favore delle vittime della mafia

    Martedi 19 al “Cilea” convegno sugli “interventi dello Stato a favore delle vittime della mafia

     

    “Gli interventi dello Stato a favore delle vittime della criminalità organizzata di tipo mafioso” è il tema di un convegno che si terrà al teatro “Francesco Cilea” il 19 febbraio prossimo alle ore 10.00. L’incontro, promosso dall’ufficio per le attività del commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dal Comune di Reggio Calabria, oltre ad evidenziare l’impegno delle Istituzioni in favore delle vittime, intende stimolare un dibattito sulla vigente normativa di settore, al fine di individuarne eventuali punti critici e proporre possibili adeguamenti.

    Ad aprire la serie di interventi il Sindaco di Reggio Giuseppe Scopelliti con il suo indirizzo di saluto ai presenti. A seguire parleranno Renato Profili, commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso, che relazionerà sull’attività svolta dall’ufficio; il Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Raffaele Lauro; il Procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso; il Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria Giovanni Marletta; il Commissario per la confisca dei beni alla mafia Antonio Maruccia; i Procuratori distrettuali antimafia di Reggio Francesco Scuderi e di Catanzaro Salvatore Murone. Il programma prevede successivamente gli interventi, tra gli altri, del Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Francesco Forgione, del vice-presidente Giuseppe Lumia; di don Luigi Ciotti, presidente dell’Associazione Libera.

    I lavori, coordinati dal Presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti Lorenzo Del Boca, saranno conclusi dall’intervento di Ettore Rosato, Sottosegretario agli Interni. E’ prevista la presenza dei Prefetti e dei rappresentanti delle forze dell’ordine delle province calabresi, di rappresentanti delle Istituzioni, dell’Anci, esponenti di associazioni delle vittime, del mondo universitario e scolastico e della società civile.   

    (Roto San Giorgio)