• Home / CITTA / La “Carmen” a Gioiosa

    La “Carmen” a Gioiosa

    Il “Ballet Flamenco de Madrid” infiamma Gioiosa Ionica. Non delude le aspettative la compagnia iberica che, lo scorso anno, annullò lo spettacolo in cartellone per sopraggiunti impegni televisivi. Al Teatro Gioiosa, diretto da Domenico Pantano, applausi a scena aperta per i protagonisti di una rappresentazione “asciutta” ed essenziale della “Carmen”, diretta da Sara Lezana e tutta giocata sui ritmi impetuosi del flamenco. Sulle musiche immortali di Georges Bizet e le chitarre dal vivo di Rafael Audujer, Carmen (la sensuale sigaraia interpretata da Erica Macias Leal) e Don Jose (soldato e fuorilegge per amore interpretato da Rocio Leal Cilla) rivivono in un’interpretazione intensa e serrata della vicenda che, da oltre un secolo, avvince il pubblico di tutto il mondo. Dramma passionale, dove trovano spazio solo sentimenti estremi: odio e amore, amore e morte, perfettamente resi dagli accenti incalzanti – a tratti rabbiosi e disperati – della danza andalusa e dai toni dominanti del rosso e del nero, nell’ottima coreografia di Luciano Ruiz. Carmen incarna tutte le sfaccettature della passione e accende desideri e gelosie tanto forti quanto, alla fine, distruttivi; e tradisce Don Jose perché delusa da comportamenti equivoci dell’amato che, in un atto di estrema debolezza, accecato dalla gelosia, la uccide. Passione e contrasti tra solarità e zone ombrose, come spesso accade dove in gioco sono i tanti volti dell’uomo, tra sentimenti, orgoglio e miserie. Instancabili i ballerini – protagonisti e comprimari – fortemente espressivi nei corpi e nei volti; belli i costumi da gitani, parte integrante della danza stessa. Uno spettacolo apprezzato dal pubblico della Locride – mediterraneo quanto quello iberico – che ha salutato la passerella finale degli artisti con un lunghissimo e caldo applauso. Maria Teresa D’Agostino