• Home / CITTA / Islamismo e cristianesimo: dialogo possibile?

    Islamismo e cristianesimo: dialogo possibile?

     di Manuela Foti

    islamIslamismo e cristianesimo a confronto in prospettiva  di un dialogo troppo spesso ostacolato da una reciproca incomprensione.

    La complessità dei rapporti tra le due religioni è stata affrontata nel corso della conferenza tenuta dal Prof. Alberto Torresani e che si è svolta presso la sala ‘Nicolas Green’ del Consiglio Regionale della Calabria. Presente, in platea, anche l’Arcivescovo Metropolita di Reggio-Bova Mons. Mondello.

    Torresani, docente di Storia della Chiesa presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Pontificia Università della Santa Croce in Roma, ha illustrato e ripercorso la genesi di entrambe le fedi, andando a definire peculiarità ed elementi di netta differenziazione.

    Se da un lato l’Islamismo h avuto una grande diffusione in virtù dell’estrema semplicità della teologia coranica – “risolvibile in pochissimi minuti” come ha sottolineatolo stesso Prof. Torresani – dall’altra il Cristianesimo, ben più complesso nella sua dottrina, si è rivelato più vulnerabile poiché frammentato al proprio interno.

    Una diversità che in prospettiva di medio termine, in quello che potrebbe essere definito un confronto tra Oriente e Occidente, si tradurrà in una probabile affermazione del primo sul secondo.

    Oltre alla già citata coesione interna – ha spiegato il Prof. Torresani – a favore dell’Islamismo vi sono anche il possesso del petrolio ed il rifiuto del cristianesimo operato da una parte del pensiero laico.

    Il convegno è stato organizzato dall’Arces, organizzazione no profit siciliana ce promuove la formazione integrale della gioventù, con il patrocinio morale del Consiglio Regionale della Calabria.