• Home / CITTA / Dda Perugia: “Si condizionavano gli enti locali calabresi”

    Dda Perugia: “Si condizionavano gli enti locali calabresi”

    Sono considerate in grado di gestire direttamente ambiziosi progetti infrastrutturali, attraverso proprie imprese, le cosche della 'ndrangheta della zona jonica reggina colpite dagli arresti eseguiti stamani dai carabinieri del Ros coordinati dalla procura di Perugia. Un vero e proprio ''salto di qualita''' di questi gruppi criminali, secondo gli inquirenti umbri. Un'attivita', quella legata alle grandi infrastrutture, che si aggiunge – e' emerso dall'indagine – ai ''tradizionali interessi parassitari'' inerenti l'imposizione di subappalti e forniture. Dall'inchiesta e' inoltre emersa la conferma della tendenza delle principali cosche ad estendere il proprio controllo alle maggiori iniziative economiche del territorio, ricercando il condizionamento degli enti locali, sia per orientarne l'attivita' amministrativa, sia per intercettare i flussi dei finanziamenti pubblici, considerati principale volano dell'economia calabrese. Gli inquirenti hanno cosi' riscontrato l'attitudine dei gruppi criminali ad interagire per la realizzazione dei loro progetti di piu' ampia portata, pur salvaguardando l'autonomia e l'ambito territoriale di ciascun sodalizio.(ANSA).