• Home / CITTA / Callas, prorogata la mostra. E Scopelliti attacca

    Callas, prorogata la mostra. E Scopelliti attacca

     La mostra "InCanto", dedicata a Maria Callas, allestita a villa Zerbi sarà prorogata fino al 17 febbraio prossimo.

    L'occasione era troppo ghiotta perchè il Sindaco Scopelliti se la lasciasse sfuggire. Il riferimento  è alle polemiche originate dal centrosinistra sui costi della mostra paragonati ad una analoga voluta dall'Amministrazione Falcomatà ed ospitata nei locali del


    Cedir: "I 30 milioni di lire che spesero all'epoca" – ha sottolineato il Sindaco – "rappresentavano il costo per una cosa che non è nemmeno paragonabile a quanto allestito a Villa Zerbi. Qualcuno ha pensato di porre in essere un tentativo per infangare l'operato della nostra Amministrazione proprio nel momento in cui denunciavamo le nefandezze a carico della nostra città."

    Ancora più appassionato l'intervento del dirigente Ditto: "Con noi" – ha specificato -"Villa Zerbi ha conosciuto il massimo sfarzo di tutti i tempi. Siamo conosciuti in tutto il mondo. Noi non intendiamo scendere di livello e le cose di cultura costano. Pensate che solo la guardiania di questa mostra costa 17.500 euro, con prezzi imposti dalla Prefettura".

    "La differenza tra la nostra mostra e quella del Cedir" – ha poi sottolineato l'assessore Freno – "è come quella che può esserci tra le scarpe acquistate al mercatino e quelle di Gucci"