• Home / CITTA / Calcio a 5: presentata la “Fuoriclasse Cup”

    Calcio a 5: presentata la “Fuoriclasse Cup”

    da www.giuseppepratico.it

    E' stata presentata ieri mattina, presso lasede del Coni, la sesta 
    edizione del torneo scolastico di calcio a 5 organizzato dalla 
    FederazioneItaliana Giuoco Calcio.
    “Dopo lo straordinario successo dell'annoscorso ha esordito il 
    referente provinciale della manifestazione, Domenico Arena con 770 
    mila partecipanti in tutta Italia, quest'anno saranno ammesse solo le 
    scuole superiori, mentre cresce invece il numero delle città 
    rappresentate, da 55 a 75”.
    Resta come punto fondamentale, a parte qualche piccola modifica a 
    livello organizzativo, “la formula 50% sport e 50% didattica, con una 
    fase di approfondimento che sarà determinante al pari di quella 
    agonistica”.
    La classifica generale, infatti, risulterà come sempre dalla somma 
    aritmetica dei punti guadagnati sul campo con quelli ottenuti nella 
    classifica didattica. Il tema scelto quest'anno, “Racconta”, punta 
    sulla testimonianza diretta dei ragazzi attorno alle loro esperienze, 
    sogni, ambizioni.
    Con particolare attenzione, tra l'altro, alle tecnologie digitali:il 
    “Fuoriclasse Cup Project” potrà essere il tradizionale giornale 
    cartaceo, ma anche un videogiornale, un radiogiornale o unapagina web, 
    in cui pubblicare articoli,racconti, foto,fumetti. Questi i percorsi 
    indicati: “Valori in campo”,“Calcioè condi- visione”e“Il cuoredel 
    calcio”, in cui i ragazzi saranno chiamati ad essere “ambasciatori dei 
    valori del calcio”, rispettivamente nella propria città, in Europa o 
    nel mondo. Quanto ai “valori”di riferimento, il presidente regionale 
    del Coni, Mimmo Praticò, li riassume così:
    “Correttezza, solidarietà, rispetto delle regole: comportamenti 
    fondamentali dentro e fuori dal campo, che purtroppo oggi si vanno 
    perdendo”. Dare calci ad un pallone,
    insomma, può costituire molto di più di una semplice attività fisica. 
    Lo ribadisce, riferendosi evidentemente ad un aspetto spesso 
    sottovalutato, il delegato regionale Figc per l'attività scolastica, 
    Andrea Smiraglio: “Per gli insegnanti di educazione fisica, sarà un 
    modo per ricordare ai colleghi delle discipline 'culturali' il ruolo 
    altrettanto importante dello sport nella crescita complessivadegli 
    alunni”. Dopo i saluti portati ai numerosi docenti presenti dai 
    presidenti provinciali Figc
    e Coni, rispettivamente Bruno Neri e Giovanni Filocamo, l'incontro è 
    proseguito con il sorteggio degli accoppiamenti, in vista delle fasi 
    provinciali che si terranno, dal 26 marzo, al centro Sport Village di 
    Catona.
    Solo otto squadre per ogni categoria (under16 e under 19 maschile e 
    femminile) si contenderanno nelle finali del 2 aprile il passaggio 
    alla fase nazionale del 30 e 31 maggio. In attesa dunque di conoscere 
    i verdetti del campo,il dato sottolineato per ora riguarda sia 
    “l'ottima partecipazione del territorio reggino” che “la proficua 
    collaborazione creatasi con il
    Provveditorato agli Studi”.