• Home / CITTA / Antimafia, consigli comunali: innovare norme di scioglimento

    Antimafia, consigli comunali: innovare norme di scioglimento

    La commissione parlamentare Antimafia, al termine di una serie di audizioni di rappresentanti istituzionali, si è puntato l'indice sulla "necessità" di intervenire sui dirigenti anche con meccanismi di mobilità" e l'opportunita' di "estendere la normativa sullo scioglimento dei consigli per infiltrazione e condizionamento mafioso anche alle societa' a totale partecipazione pubblica". Inoltre "prevedere norme che disciplinino i casi di ineleggibilita' degli amministratori gia' componenti dei consigli comunali sciolti, graduando l'intervento a secondo della gravita' del coinvolgimento nei fatti che hanno dato luogo allo scioglimento dell'ente". Dall'entrata in vigore della normativa sull'argomento, infatti, ben 130 amministratori sono stati rieletti nei Comuni sciolti in conseguenza di fenomeni di infiltrazione e condizionamento mafioso: in 59 casi in Campania, seguita dalla Sicilia con 34 episodi e dalla Calabria con 27.