• Home / CITTA / Alluvione Soverato: condanne confermate ma pene ridotte in appello

    Alluvione Soverato: condanne confermate ma pene ridotte in appello

    La Corte d'appello di Catanzaro (presidente Caterina Chiaravalloti) ha ridotto le condanne inflitte in primo grado ai tre imputati per l'alluvione nel camping Le Giare di Soverato che, nella notte tra il 9 ed il 10 settembre del 2000, provoco' la morte di 13 persone. Il titolare del camping, Egidio Vitale, e' stato condannato a 3 anni e 6 mesi (4 anni in primo grado); il direttore della sezione staccata di Catanzaro dell'Ufficio del territorio-Direzione Compartimentale per le Regioni Campania e Calabria, Vincenzo Citriniti, e' stato condannato a 2 anni e 6 mesi (3 anni e 6 mesi) e l'impiegato della Regione Calabria – settore opere idrauliche-acque-impianti elettrici, Silvestro Perrone e' stato condannato a un anno e sei mesi (1 anno e 8 mesi). I giudici hanno anche dichiarato il non doversi procedere nei confronti dell'ingegnere del genio civile Carlo Serrao perche' deceduto. Il procuratore generale, Giovanni Grisolia, aveva chiesto la conferma delle condanne di primo grado. (ANSA).