• Home / CITTA / Why not, sono 40 gli indagati

    Why not, sono 40 gli indagati

    Sono 40 gli indagati dell'inchiesta Why Not, avocata nei mesi scorsi dalla Procura generale di Catanzaro dal pm Luigi De Magistris. L'indagine riguarda presunti illeciti che sarebbero stati commessi nell'utilizzo di finanziamenti pubblici. Tra gli indagati ci sono il presidente del Consiglio, Romano Prodi, ed il Ministro della Giustizia, Clemente Mastella, in relazione ai loro presunti rapporti con l'imprenditore Antonio Saladino, ex presidente della Compagnia delle opere della Calabria e personaggio centrale dell'inchiesta. La Procura generale sta stringendo i tempi per arrivare al piu' presto ad una definizione delle presunte condotte delittuose emerse dall'indagine. Per ricostruire il percorso seguito dai finanziamenti che sarebbero stati utilizzati illecitamente sono state affidate una serie di perizie contabili. Si sta provvedendo, inoltre, ad un esame approfondito del voluminoso fascicolo processuale, contenuto in decine di faldoni. Per il lavoro di segreteria collegato all'esame del fascicolo e' stata applicata alla Procura generale un'impiegata della Procura della Repubblica che in passato, tra l'altro, ha collaborato col pm De Magistris. In Procura generale, inoltre, stanno lavorando a fianco dei magistrati i carabinieri del Reparto operativo di Catanzaro che conducevano le indagini di polizia giudiziaria anche col precedente titolare dell'inchiesta. (ANSA).