• Home / CITTA / “Onorata sanità“, pressing su Loiero; Minniti:”Interventi drastici”, Salvi: “A casa!”

    “Onorata sanità“, pressing su Loiero; Minniti:”Interventi drastici”, Salvi: “A casa!”

    ''L'inchiesta della Dda di Reggio Calabria, a conclusione delle indagini dei carabinieri, svela uno scenario gravissimo e inquietante''. Lo afferma, in una dichiarazione, il segretario del Pd della Calabria, Marco Minniti. ''Si tratta ora – aggiunge Minniti – di operare a un doppio livello: da un lato, facendo andare avanti le indagini; dall'altro, tagliando drasticamente ogni rapporto tra politica e 'ndrangheta e tra 'ndrangheta politica e gestione della sanita', settori purtroppo, come emerge dall'inchiesta, non separati ma anzi legati da una fitta trama di attivita' e interessi che finisce col condizionare la stessa qualita' del servizio sanitario, mettendo a repentaglio la salute dei cittadini calabresi''. ''Non e' piu' il momento di risposte ordinarie. L'auspicio e' che la Giunta regionale, riunitasi d'urgenza – conclude Minniti – vari misure tese a un disboscamento ampio e radicale, recidendo inefficienze e complicita'.

    ''Gli arresti in Calabria confermano il nostro convincimento: la commistione tra politica, affari e criminalita' organizzata ha raggiunto in quella regione livelli tali da rendere insopportabile il permanere dell'attuale quadro politico''. E' quanto afferma, in una nota, il capogruppo in Senato di Sinistra Democratica, Cesare Salvi. ''Dopo quanto avvenuto nel settore della sanita' – prosegue Salvi – le dimissioni di Loiero, lo scioglimento del Consiglio regionale della Calabria e una nuova proposta politica, con nuove classi dirigenti, del centrosinistra sono atti dovuti ai cittadini calabresi per liberare una regione che ha in se' grandi energie e per un vero rinnovamento attualmente bloccato dall'attuale quadro politico dell'una e dell'altra parte''. Per Salvi ''e' inoltre necessario ed urgente un intervento a livello di legislazione nazionale per recidere il legame perverso tra politici e nomine sanitarie. In tutta Italia a destra come a sinistra, al nord come al sud, e' diventato un fenomeno scandaloso''. (ANSA)