• Home / CITTA / “Onorata Sanità“, Gip: “Nel 2001 Crea movimentò 1 mld di lire”

    “Onorata Sanità“, Gip: “Nel 2001 Crea movimentò 1 mld di lire”

    Domenico Crea ''e' al centro di un ramificato sistema di interessi affaristici, che gli consente di sfruttare al massimo la posizione dominante rivestita all'interno dell'istituzione regionale e di ricavare elevati profitti da reinvestire poi in spregiudicate iniziative finanziarie''. A scriverlo e' il Gip di Reggio Calabria. Il Gip fa riferimento ad una vicenda, ''dai contorni assai inquietanti ed oscuri'', che risale al 2001 e riguarda la movimentazione oltre un miliardo delle vecchie lire e per la quale la Procura di Reggio ha chiesto recentemente il rinvio a giudizio del politico per i delitti di associazione per delinquere, truffa aggravata, corruzione e peculato. ''Nell'ambito di tale procedimento – scrive il Gip – la guardia di finanza accertava, tra l'altro, l'avvenuto versamento da parte di Crea, il 15 novembre 2001, di denaro in contante sul conto intestato ai genitori di una somma di un miliardo e 195 milioni di lire, che veniva poi girata in favore del medesimo Crea a distanza di meno di un mese''. ''Le grottesche giustificazioni'' di Crea sulla disponibilita' del denaro, ''fondate sull'asserzione che si tratterebbe di risparmi che il padre aveva custodito per anni nel materasso di casa – scrive il Gip – oltre ad essere smentite dalla logica piu' elementare, risultavano contraddette da una serie di dati di fatto sull'epoca delle operazioni finanziarie che avevano riguardato i genitori e sulla successiva confluenza del denaro sul conto corrente dello stesso indagato''. L'ipotesi dell'accusa, riferisce il Gip, e' che Crea, ''gia' all'epoca assessore regionale, avesse beneficiato di illecite corresponsioni di denaro da parte di imprenditori, agevolati dal predetto nelle iniziative volte all'accaparramento di risorse pubbliche''. (ANSA).