• Home / CITTA / Porto di Gioia; dal Ministero arrivano 50 milioni

    Porto di Gioia; dal Ministero arrivano 50 milioni

     Il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, ha firmato il decreto ''che stanzia 50 milioni per lo sviluppo del porto di Gioia Tauro, come previsto dalla Finanziaria 2007''. Lo ha detto spiegando che e' stata stanziata la cifra massima arrivando al tetto delle risorse disponibili. ''Sulla base del piano triennale di sviluppo predisposto dall'Autorita' Portuale, che prevede investimenti ben piu' ampi – ha detto Bianchi – , abbiamo chiesto di individuare le opere prioritarie. Sulla base dell'elenco, che prevede opere per 86 milioni, abbiamo quindi stanziato tutti i 50 milioni resi disponibili dalla finanziaria 2007''. Risorse che saranno spese per ''lo sviluppo del porto come piattaforma logistica e per l'insediamento di attivita' produttive nell'area portuale, anche in regime di zona franca''. E' soddisfatto il presidente dell'Autorita' Portuale di Gioia Tauro, Giovanni Grimaldi: ''Il governo ed il ministro ci sono sempre stati vicino – dice -. Questo finanziamento e' importante per guardare al futuro, in un momento in cui il porto ha raggiunto il suo apice storico, con il traffico aumentato di circa il 20%. C'e' richiesta di maggiori spazi, ed il porto va adeguato per il traffico che verra',''. I finanziamenti serviranno anche a ''lavori preliminari per la nuova banchina''. Nell'occasione, a margine di un incontro con le Autorita' Portuali sul tema della sicurezza, Bianchi ha fatto anche il punto su altre opere previste per la Calabria ed i collegamenti tra Calabria e Sicilia. Per la nuova metropolitana di superficie tra Melito Porto Salvo, Reggio Calabria e Rosarno, ''dove gia' circolano due treni in via sperimentale – ha spiegato Bianchi -, dal 18 febbraio entreranno in funzione sette coppie di treni. Nell'attesa che vengano acquistati treni nuovi Trenitalia impieghera' treni rigenerati. Ci sono stazioni da ristrutturare, Scilla e Bagnara. Ed e' prevista la nuova stazione aeroporto. E piazzali di interscambio. Per farlo i soldi ci sono, 40 milioni''. Per il ministro e' ''un sogno realizzato, almeno – aggiunge – fino a Melito''. Bianchi ha parlato di altri ''40 milioni'' per migliorare i servizi di collegamento nello Stretto di Messina, anche con una nave veloce Messina-Aeroporto di Reggio Calabria, e del progetto per l'autostrada del mare Corigliano-Catania, per la quale e' previsto un bando di gara e gia' sono arrivate informali manifestazioni di interesse. Due obiettivi per i quali e' necessario, su richiesta della Corte dei Conti, un nuovo passaggio parlamentare, ed potrebbero essere quindi ritardati dalla crisi di governo. Per Corigliano il ministro ha accennato anche al progetto di farne una tappa sulla rotta delle navi da crociera, promuovendo itinerari turistici della zona. (ANSA).