• Home / CITTA / Messina, studenti corso di giornalismo tra i vincitori concorso “Giovani idee cambiano l’Italia”

    Messina, studenti corso di giornalismo tra i vincitori concorso “Giovani idee cambiano l’Italia”

    Gli studenti del corso in Scienze Politiche per il giornalismo dell’Università degli Studi di Messina
    sono tra i 64 vincitori (su 3.639 progetti partecipanti) del concorso “Giovani Idee cambiano
    l’Italia”, promosso e coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le
    politiche giovanili e le attività sportive. L’iniziativa vuole sostenere, attraverso l’erogazione di
    contributi, per un ammontare complessivo di 2 milioni di euro, la realizzazione di progetti
    innovativi, la capacità progettuale e creativa dei giovani.
    Il gruppo messinese ha presentato un piano di comunicazione per l’Ospedale Psichiatrico
    Giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto. Il progetto prevede la creazione di un giornale cartaceo
    (di cui è stato già realizzato un numero speciale nel 2006 – periodico culturale “La Galleria” n.20),
    una radio e un sito internet con contributi giornalistici audio-video, realizzati con la collaborazione
    dei pazienti dell’OPG, a seguito di alcuni corsi di comunicazione per la formazione degli stessi
    internati.
    Il concorso – da cui sono stati esclusi molti “raccomandati”, come denunciato dal Ministro
    Giovanna Meandri in un’intervista a “Il Messaggero” – era rivolto a tutti i cittadini italiani fra i 18 e
    i 35 anni, il cui termine fissato per il 15 marzo è stato poi prorogato al 16 aprile 2007 per l’alto
    numero di adesioni pervenute, e prevedeva 4 aree tematiche: innovazione tecnologica, utilità sociale
    e impegno civile, sviluppo sostenibile e gestione di servizi urbani e territoriali per la qualità della
    vita dei giovani.
    Gli studenti messinesi, con il loro progetto in favore dei pazienti dell’OPG, sono rientrati nella
    sezione “Utilità sociale e impegno civile”. Noni su 22 progetti vincitori della suddetta sezione, con
    un punteggio di 133,5 su un totale di 200 punti, suddivisi tra 5 criteri di valutazione: caratteristiche
    del gruppo informale e localizzazione del progetto (10), qualità dell’idea progettuale (80), fattibilità
    (45), innovatività dell’idea progettuale (35) e risultati attesi (30).
    Ai 5 vincitori di ogni categoria verranno assegnati contributi fino ad un massimo di 35.000 euro e,
    inoltre, sono finanziabili, fino ad esaurimento dei fondi stanziati, gli ulteriori progetti, in ordine di
    graduatoria secondo il punteggio ottenuto, indipendentemente dall’area tematica prescelta.