• Home / CITTA / Lo Moro (Pd): ” Ottima iniziativa la raccolta di firme per la sicurezza stradale”

    Lo Moro (Pd): ” Ottima iniziativa la raccolta di firme per la sicurezza stradale”

    ''L'attivita' delle Fondazioni
    Guccione e Fisico rappresenta un contributo importante ai
    fini della riflessione sulla sicurezza stradale, che non e'
    un problema esclusivamente calabrese, ma rappresenta,
    certamente, una delle grandi questioni su cui la politica,
    nella nostra regione, deve attivarsi concretamente. Raccolgo
    l'appello delle due fondazioni nella consapevolezza che la
    questione investe sia l'atteggiamento degli automobilisti,
    che vanno richiamati al rispetto del codice della strada, sia
    la carente dotazione strutturale che fa della rete viaria
    calabrese una delle piu' obsolete del Paese''. Lo afferma
    Doris Lo Moro, Consigliere regionale e presidente del Pd
    calabrese, annunciando la sua adesione all'iniziativa delle
    due fondazioni, che hanno chiamato a raccolta politici ed
    amministratori per venerdi' prossimo, a Cosenza, dove sara'
    avviata una raccolta di firme per una legge di iniziativa
    popolare, finalizzata all'istituzione di un'agenzia nazionale
    per la sicurezza stradale e l'assistenza alle vittime della
    strada.
    ''Quello di dotare il Paese di un organo in grado di
    aiutare parlamento, governo, Regioni, Province e Comuni a
    compiere azioni efficaci ai fini della sicurezza stradale ed
    a garantire alle vittime sopravvissute ed ai familiari una
    rete di assistenza – afferma Doris Lo Moro – e' un obiettivo
    senz'altro condivisibile, cosi' come la stessa richiesta di
    una presenza piu' diffusa delle forze di Polizia lungo le
    strade. Il pacchetto sicurezza del governo prevede, del
    resto, un inasprimento delle pene ed anche l'eventualita' di
    provvedimenti restrittivi a carico di chi si rende
    responsabile di incidenti stradali di particolare gravita'.
    La severita' delle sanzioni e controlli piu' accurati,
    accompagnati da un'opera di sensibilizzazione dell'opinione
    pubblica ad una guida piu' rispettosa del codice della
    strada, possono contribuire alla salvaguardia di molte vite
    umane. Talvolta – aggiunge – non si e' consapevoli di quanto
    eventi come gli incidenti stradali, quelli domestici o sul
    lavoro incidano sulla mortalita' in una comunita'. Il
    progresso scientifico ha contribuito molto all'ampliamento
    delle possibilita' di vita dell'umanita'. La ricerca medica
    insegue nuove frontiere, ma l'aspetto della prevenzione sulle
    strade, negli ambienti domestici e sui luoghi di lavoro deve
    rappresentare un aspetto non marginale ai fini della
    conservazione della vita umana. I recenti, tragici casi di
    incidenti sul lavoro ne sono una testimonianza forte''.
    Sul piano degli interventi strutturali, la presidente del
    Pd Calabria evidenzia che ''il primo governo Prodi ha
    progettato ed avviato l'ammodernamento dell'autostrada
    Salerno-Reggio Calabria, ancora da completare, cosi' come e'
    da completare l'ammodernamento della strada statale 106,
    avviato limitatamente ad alcuni tratti, investendo le risorse
    necessarie. E vanno certamente recepite le segnalazioni di
    sindaci, amministratori locali e cittadini – dice – in
    riferimento alla pericolosita' di alcune strade trasversali,
    come per esempio la statale 107 silana o altre arterie,
    spesso teatro di incidenti anche gravi. La necessaria opera
    di sensibilizzazione degli automobilisti al rispetto delle
    regole ed una legislazione severe nei confronti di chi le
    infrange deve essere accompagnata – secondo Doris Lo Moro –
    dallo stanziamento di finanziamenti adeguati alle esigenze di
    modernizzazione della grande e piccola viabilita',
    privilegiando le arterie considerate piu' a rischio in base
    alla casistica relativa ai sinistri che vi si verificano. E'
    un obiettivo rispetto al quale la politica, a tutti i
    livelli, non puo' tirarsi indietro. Auspico quindi – conclude
    – che il sostegno di partiti politici, parlamentari,
    consiglieri regionali, sindaci ed amministratori invocato
    dalle due fondazioni sia il piu' possibile ampio e convinto,
    alla luce del tragico bollettino che in questi giorni ci ha
    ricordato la pericolosita' delle strade calabresi''.(ASCA)