• Home / CITTA / Incendio a Bianco, Pignatoro (PdCI): “Spero che Bonfà rimanga in Calabria”

    Incendio a Bianco, Pignatoro (PdCI): “Spero che Bonfà rimanga in Calabria”

    Il deputato dei Comunisti Italiani
    e componente della Commissione Attivita' Produttive alla Camera
    dei Deputati Fernando Pignataro ha inviato al viceministro
    dell'Interno Marco Minniti una lettera in riferimento
    all'ennesima intimidazione subita da Damiano Bonfa',
    imprenditore italo-canadese, che ha deciso di lasciare la
    Calabria dopo che ignoti gli hanno incendiato l'abitazione. L'
    intera comunita' calabrese, scrive Pignataro, "avverte il
    pericolo che un onesto e laborioso imprenditore italo-canadese
    lasci la Calabria a causa di continue e violente intimidazioni
    mafiose che hanno segnato la sua lunga vita lavorativa a Bianco
    in provincia di Reggio Calabria". Pignataro ricorda che negli
    ultimi mesi l'imprenditore e' stato ripetutamente vittima di
    rapine. "Le dichiarazioni da lui rilasciate all'indomani
    dell'attentato contro la propria abitazione, pregne di rabbia e
    delusione, – afferma ancora – che denunciano la totale assenza
    delle Istituzioni a tutela della propria azienda, ci lasciano
    perplessi e ci impongono una seria riflessione sul come
    intervenire per impedire che il gia' debole tessuto produttivo
    calabrese perda un altro importante pezzo a scapito della
    crescita economica e sociale della provincia di Reggio Calabria
    che e' certamente in ritardo rispetto anche ad altri territori
    calabresi". Secondo Pignataro, "gli importanti risultati
    raggiunti nella lotta alla 'ndrangheta degli ultimi anni non
    devono assolutamente distogliere l'attenzione dal problema
    legato al sostegno di commercianti ed imprenditori che con
    coraggio e tanti sacrifici decidono di investire in Calabria,
    perche' l'ancora alta percentuale di disoccupazione esistente
    puo' essere superata solo grazie ad investimenti mirati e
    durevoli nel tempo, supportati da una costante presenza e forza
    dello Stato che, come e' oramai noto, non riesce da solo a
    supplire la carenza di occupazione che da sempre rappresenta il
    piu' grosso problema del Mezzogiorno d'Italia". Pignataro
    auspica che Bonfa' "possa ricredersi rispetto all'idea di
    lasciare la Calabria e decida di rimanere a Bianco per
    continuare a dare l'importante contributo di crescita come sino
    ad oggi ha saputo fare, nella speranza che ci si attivi
    immediatamente affinche' sia l'imprenditore ieri colpito, ma
    anche tutti gli altri oggetto di intimidazioni non si sentano
    soli a fronteggiare una situazione assolutamente insostenibile
    e di assoluta vulnerabilita' in cui si trovano". (AGI)