• Home / CITTA / Governo, Fabris (Udeur): “La scelta di Cusumano una coltellata”

    Governo, Fabris (Udeur): “La scelta di Cusumano una coltellata”

    "Piu' che una sorpresa per me e anche
    per Mastella e' stata una coltellata…". Mauro Fabris commenta
    cosi' la decisione del senatore dell'Udeur, Nuccio Cusumano, di
    non seguire la linea dell'Udeur e votare a favore della fiducia
    al governo Prodi.
    "Se mi avessero detto che Pellegrino Mastella (figlio del
    leader del Campanile n.d.r.) si sarebbe iscritto a Rifondazione
    Comunista sarei rimasto meno sorpreso – dice Fabris – Cusumano
    e' uno della prima ora, un fedelissimo che mai nella sua vita
    aveva espresso criticita' o dissenso nei confronti di Mastella.
    Era uno che che se Mastella diceva di giorno che in cielo c'era
    la luna lui diceva che c'era la luna. Cusumano ha pianto sulla
    spalla di Sandra Mastella per un'ora il giorno delle notizie
    che arrivavano dalla procura di Santa Maria Capua Vetere.
    Davvero non capisco, non me lo spiego".
    Fabris nega che dietro la decisione di Cusumano possa
    esserci l'ipotesi circolata in queste ore secondo cui un
    collaboratore del senatore 'dissidente' sarebbe stato assunto
    presso un'agenzia ministeriale ("non credo davvero che sia
    questo") e racconta che "ieri, quando la notizia ha cominciato
    a trapelare non volevamo farlo parlare con Mastella per
    telefono visto che Mastella stava poco bene. Ma appena ha preso
    il telefono e Cusumano ha fatto capire la sua scelta Mastella
    ha avuto una reazione che sembrava l'eruzione del Vesuvio…".
    (AGI)