• Home / CITTA / Convenzione europea paesaggio: Provincia aderisce alla Recep

    Convenzione europea paesaggio: Provincia aderisce alla Recep

    La Provincia di Reggio Calabria ha aderito alla RECEP (Rete Enti Locali e regionali per l'attuazione della Convenzione Europea del paesaggio). Il Consiglio Provinciale ha infatti approvato all'unanimità la proposta di adesione dell'Assessore provinciale all'Urbanistica dott.Michele Tripodi.
    La RECEP è un organismo internazionale partecipato da numerosi enti territoriali, che si propone lo scopo di accorciare le distanze fra identità, culture, tradizioni appartenenti ad altri paesi europei in tema di paesaggio. La RECEP ha infatti registrato adesioni oltre che dall'Italia, anche dalla Spagna, dal Belgio, dalla Romania, dall'Austria, che attraverso un reciproco scambio di esperienze, si ritrovano uniti nel promuovere modelli di sviluppo sostenibile, al cui interno il paesaggio assume un valore centrale.
    Il Parlamento italiano, con la legge n. 14 del 9 gennaio 2006, ha ratificato la Convenzione Europea del paesaggio, che tuttavia, ha bisogno di essere diffusa, attuata e propagandata sul territorio.
    L'Assessore Provinciale Michele Tripodi ha dichiarato in proposito:
    “L'adesione della Provincia alla RECEP non vuole essere una formalità, ma risponde ad un percorso preciso di lavoro avviato da questo assesorato, per l'affermazione di una nuova idea di sviluppo per l'intero territorio provinciale, che raggiungerà il suo momento qualificante dopo l'approvazione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. La valorizzazione del paesaggio è un obiettivo prioritario dell'Amministrazione Provinciale, che può essere coltivato solo introducendo indirizzi e pratiche di sviluppo sostenibile alla base delle scelte decisionali. Attraverso la riscoperta dei paesaggi è possibile ricostruire l'identità dei vari contesti territoriali, comprendere quali azioni di tutela, di conservazione e trasformazione degli stessi, debbono essere intraprese. La nostra Provincia è ricca di paesaggi meravigliosi che spesso sono stati distrutti e contaminati dall'occupazione incontrollata di spazi destinati alla natura. E' necessario ribaltare questa impostazione e fare del paesaggio anche nella nostra Provincia un elemento che possa rappresentare un attrattore principale, in grado di creare occasioni di sviluppo per la nostra economia, creando occupazione e posti di lavoro”.