• Home / CITTA / Cilea, omaggio a Leopoldo Trieste

    Cilea, omaggio a Leopoldo Trieste

    Sarà il teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria ad ospitare, il 2 febbraio alle 10 e 30, “Omaggio a Leopoldo Trieste nell’anniversario della scomparsa”.
    Un evento che ha visto impegnati il comune e la provincia di Reggio Calabria, la Regione e la Film Commission calabrese. E, proprio questa mattina, a Palazzo San Giorgio, il sindaco Giuseppe Scopelliti, l’assessore comunale al Turismo e Spettacolo Enzo Sidari, l’assessore regionale al Turismo, Pasquale Tripodi, l’assessore provinciale alla Cultura Santo Gioffrè ed il presidente di Film Commission Francesco Zinnato, hanno illustrato i particolari della giornata dedicata interamente all’attore, sceneggiatore e regista nato a Reggio Calabria nel 1917.
    In riva allo Stretto il ricordo del protagonista di numerose pellicole storiche del nostro grande schermo (“Lo sceicco bianco”, “I Vitelloni”, “Il medico della mutua”, “Divorzio all’italiana”, “Il nome della rosa”, “Nuovo Cinema Paradiso”, giusto per citare qualche esempio), sarà delineato da presenze illustri, artefici della cinematografia italiana del secolo scorso: Giorgio Arlorio, Ugo Gregoretti, Andrea Frezza, Citto Maselli, Mario Monicelli e Nino Russo. Testimonianze accompagnate da un filmato composto dalle più significative interpretazioni di Leopoldo Trieste.
    Sia il sindaco Scopelliti, che gli assessori Sidari, Tripodi e Gioffrè, oltre a rimarcare la validità dell’iniziativa, hanno altresì evidenziato la sinergia instauratasi tra i tre Enti. “Una novità – ha sottolineato in particolare il Primo Cittadino di Reggio – vedere impegnate le tre istituzioni del territorio nella creazione di un programma culturale, all’insegna del dialogo e del confronto, presupposti dai quali scaturiscono sempre vantaggi per la comunità. E’ un momento importante per Reggio ed il suo teatro che, ancora una volta si aprono ad un evento di rilevanza nazionale”.
    Se l’assessore Sidari ha posto l’accento sui film “di alto respiro culturale nei quali si è potuta apprezzare l’arte di Trieste”, Santo Gioffrè ha ricordato l’attore come “una delle più belle maschere del cinema italiano”.
    “Leopoldo Trieste – ha poi dichiarato Zinnato – rappresenta una parte importante del patrimonio artistico – culturale della Città dello Stretto e della regione, di cui non si è mai dimenticato, ricordando sempre le sue radici”.
    Sulla kermesse, poi, Pasquale Tripodi, parlando nel contempo delle opportunità “per dare un’impostazione diversa rispetto la valorizzazione cultuale” ha voluto, inoltre, evidenziare come “la manifestazione garantirà alla città ed alla sua provincia una certa visibilità”.  (Roto S.Giorgio)