Home / CITTA / Crotone, sequestrati “botti” per 400 Kg

Crotone, sequestrati “botti” per 400 Kg

Tre persone sono state denunciate in
stato di liberta' e quasi 400 chilogrammi di materiale pirico
sono stati sottoposti a sequestro al termine di un servizio
condotto dalla Polizia di Stato a Crotone, disposto dal
questore Gaetano D'Amato per prevenire il fenomeno dei botti
clandestini. Le persone deferite all'autorita' giudiziaria per
fabbricazione e commercio di materiale esplodente sono un
51enne e un 41enne di Crotone e un 42enne di Isola Capo
Rizzuto.
Tenendo sotto controllo le bancarelle che in questi giorni
vendono giocattoli e addobbi natalizi lungo le arterie del
centro cittadino, gli agenti della Questura hanno seguito in
diretta la trattativa avvenuta tra due delle persone denunciate
per la compravendita di un ingente quantitativo di fuochi
pirici. In particolare il 41enne di Crotone e' stato notato
mentre prelevava da un garage di via Islanda, alla periferia
della citta' quattro scatoloni e li caricava sull'auto, una
Volkswagen Tuareg, del 42enne di Isola Capo Rizzuto; l'uomo e'
stato fermato quando era gia' rientrato in paese e perquisito;
negli scatoli c'erano fuochi pirici della quarta e quinta
categoria. Numerosi altri scatoloni sono stati rinvenuti
inoltre nella perquisizione del garage di via Islanda di
proprieta' del 51enne crotonese.
Infine in un esercizio commerciale di via Acquabona, del
quale risulta titolare il 41enne di Crotone, sono sati
rinvenuti altri 7 scatoli contenenti 17.500 pezzi del tipo
"magnum" per i quali il commerciante non disponeva della
licenza comunale di vendita.(AGI)