• Home / CITTA / Danneggiata auto del Gip distrettuale di Catanzaro

    Danneggiata auto del Gip distrettuale di Catanzaro

    Il lunotto posteriore dell'auto del Gip distrettuale di Catanzaro, Tiziana Macri', e' stato mandato in frantumi mentre l'auto era parcheggiata nelle vicinanze del Tribunale. Il giudice ha subito informato i carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro che hanno avviato le indagini. Dopo i rilievi, gli investigatori hanno escluso l'ipotesi del furto, dal momento che dall'auto non e' stato portato via niente. Il Gip Macri', che gia' prima dell'episodio era sotto tutela ed in ogni suo spostamento e' accompagnata da un finanziere, si e' occupata di alcune delle inchieste piu' delicate in materia di criminalita' organizzata. Il Gip, infatti, ha firmato, tra l'altro, le ordinanze di custodia cautelare nei confronti di tre persone accusate per un caso di ''lupara bianca'' avvenuto il 10 luglio 2002 a Curinga, un centro del catanzarese, quando scomparve Santo Panzarella, che aveva 29 anni. Inoltre, nell'ottobre dello scorso anno, nell'ambito dell'operazione Missing ha disposto l'arresto ed il ritorno in carcere, dopo una precedente scarcerazione, di Franco Muto, di 67 anni, capo dell'omonima cosca di Cetraro (Cosenza), detto ''il re del pesce'' per il controllo assoluto che ha sempre avuto nel commercio ittico in tutta la fascia tirrenica cosentina. Tra le altre operazioni di cui si e' occupata, Tiziana Macri' ha anche emesso, su richiesta della Dda catanzarese, le ordinanze di custodia cautelare contro affiliati della cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri di Lamezia Terme. (ANSA).