• Home / CITTA / Approvato piano sviluppo rurale della Calabria 2007/2013

    Approvato piano sviluppo rurale della Calabria 2007/2013

    La Commissione Europea ha
    approvato stamani il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 della
    Calabria. Ne da' notizia un comunicato della Regione. "E' un
    risultato eccezionale – commenta a caldo il presidente Agazio
    Loiero, tramite una nota del portavoce – perche' si avvia di
    fatto la nuova stagione dei fondi europei a beneficio
    dell'agricoltura calabrese. Ci sono risorse pubbliche per un
    ammontare di 1.084 milioni di euro, vale a dire circa 2000
    miliardi delle vecchie lire. Significa che l'agricoltura
    calabrese, tra risorse pubbliche e risorse private, potrebbe
    accedere complessivamente a 4000 miliardi di vecchie lire nei
    prossimi sette anni. Ci sono risorse e idee insomma per farne
    uno dei settori trainanti dell'economia regionale".
    Loiero appena informato ha espresso la propria
    soddisfazione, congratulandosi con l'assessore all'agricoltura
    Mario Pirillo, per l'enorme e qualificato lavoro svolto dal
    Dipartimento agricoltura. "Sento di dover ringraziare Pirillo –
    afferma Loiero – perche' se la Calabria ha raggiunto, tra le
    prime regioni d'Italia, questo obiettivo, molto del merito va
    ascritto alla sua caparbieta', al suo lavoro, alla sua grande
    volonta'". Questo nuovo programma, infatti, e' il frutto di un
    intenso lavoro che ha visto l'Assessorato avviare una proficua
    serie di riunioni concertative con il partenariato
    socio-economico (41 partner), scommettendo sull'innovazione e
    sulla valorizzazione delle principali risorse, le uniche in
    grado di premiare concretamente la Calabria e le sue nuove
    leve. " Siamo tra le prime due regioni ad avere avuto il via
    libera. Adesso – aggiunge il presidente Loiero – bisogna
    rimboccarsi le maniche con una ripartenza a tavoletta per
    correggere gli errori della precedente programmazione che
    abbiamo ereditato e per avviare la nuova fase finalizzata a far
    crescere un comparto moderno e competitivo". Di particolare
    importanza – per Loiero – il fatto che le spese sostenute tra
    il 1 gennaio 2007 e la data di approvazione definitiva del PSR
    saranno considerate ammissibili, naturalmente se conformi allo
    stesso Programma. "Nei prossimi sette anni – conclude il
    presidente Loiero – potremo contare su un plafond finanziario
    straordinario che dovra' essere speso in direzione della
    qualita' della produzione agricola regionale. Potremo veramente
    uscire dallo stato di poverta' economica e sociale, in cui ci
    dibattiamo da troppo tempo, seguendo il sentiero
    dell'eccellenza". (AGI)