• Home / CITTA / Sgominata banda di falsari nel reggino

    Sgominata banda di falsari nel reggino

    I Carabinieri della compagnia di Roccella Jonica, nel Reggino, alle prime luci dell'alba hanno sgominato un'organizzazione, operante nei comuni dell'alta locride e del basso catanzarese, dedita all'approvvigionamento, alla vendita e commercializzazione di banconote false.
    I militari hanno arrestato Vincenzo Femia, 50 anni, commerciante di Marina di Gioiosa Ionica, considerato il promotore dell'organizzazione. il figlio Giuseppe, 24 anni, e Giuseppe Baldari, 21 anni, pescivendolo di Stilo. Sono stati invece sottoposti alla misura cautelare dell'obbligo di dimora nel comune di residenza altre quattro persone (dedite prevalentemente alla spendita in esercizi commerciali della locride e del catanzarese di banconote contraffatte).
    Nel sodalizio criminale era stato reclutato anche un minore, che veniva impiegato come messo per la consegna ai richiedenti di mazzette di denaro falso: si tratta di un ragazzo di 16 anni che e' stato accompagnato presso la comunita' per il recupero dei minori di Reggio Calabria.
    L'operazione di oggi, hanno spiegato gli inquirenti, e' la conclusione di una attivita' d'indagine, avviata ad aprile dello scorso anno, quando, all'ufficio postale di Placanica (RC), a seguito di denunce di alcuni abitanti del posto che avevano appena riscosso la pensione e che non erano riusciti ad effettuare acquisti perche' i commercianti ai quali si erano rivolti avevano rilevato che il loro denaro era contraffatto, furono rinvenute e sequestrate numerose banconote false, dal taglio di 100 euro, per un ammontare complessivo di 10.000 euro. (AGI)