• Home / CITTA / Processo De Mauro prosegue in attesa esame su resti

    Processo De Mauro prosegue in attesa esame su resti

    Dopo il ritrovamento di resti umani nel cimitero di Conflenti, nel quale secondo un collaboratore di giustizia sarebbe stato sepolto il corpo di Mauro De Mauro, il processo di Palermo per la scomparsa del giornalista va avanti. Lo ha deciso la corte d'assise di Palermo presieduta da Giancarlo Trizzino che non ha ritenuto di prendere alcuna decisione fino a quando non saranno ultimati gli esami medico-legali disposti dalla Dda di Catanzaro. In aula avrebbe dovuto deporre oggi come teste l'ex numero tre del Sisde Bruno Contrada che all'epoca del rapimento del redattore del giornale L'Ora, il 16 settembre 1970, era capo della squadra mobile. Contrada condusse con il commissario Boris Giuliano, capo della sezione omicidi, la prima fase delle indagini sul sequestro incentrata sulla pista che conduce alla morte di Enrico Mattei, di cui De Mauro si stava occupando per la sceneggiatura del film di Francesco Rosi sul caso del presidente dell'Eni. Contrada, che sta scontando nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere una condanna a 10 anni per concorso in associazione mafiosa, non si e' pero' presentato. Un certificato del medico del carcere attesta che non e' in buone condizioni. E' stato invece a lungo sentito Orazio Barrese, anch'egli ex giornalista de L'Ora, il quale ha ricostruito i metodi di lavoro del collega De Mauro. Barrese ha ricordato il colloquio che De Mauro ebbe prima di scomparire con il procuratore Pietro Scaglione, poi ucciso dalla mafia, ma non ha saputo dare indicazioni piu' precise perche', ha spiegato, il collega non si entusiasmava troppo per i temi di cui si occupava e manteneva la riservatezza sui risultati del suo lavoro e sui rapporti con le fonti. Il processo, nel quale e' imputato Toto' Riina, riprendera' il 25 ottobre con l'audizione dell'ex senatore Emanuele Macaluso. (ANSA).