• Home / CITTA / Miccichè: “I fondi del ponte non siano dati all’Anas!”

    Miccichè: “I fondi del ponte non siano dati all’Anas!”

    ''Quella prospettata da Di Pietro e' una presa in giro. I soldi del Ponte di Messina devono essere impiegati in Sicilia, perche' se finiscono nel bilancio dell'Anas saranno impiegati chissa' dove, ma non certo da noi''. Lo afferma Gianfranco Micciche', Presidente dell'Assemblea regionale Siciliana, riferendosi alla possibile destinazione delle risorse, gia' stanziate per la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina e che il governo Prodi, bloccando il progetto, le vorrebbe assegnare all'Anas. Micciche', segnalando come opera l'Anas nel Sud e in Sicilia, porta l'esempio della costruzione dell'autostrada Catania-Ragusa. ''L'Anas i quattrini li aveva gia'. E allora dove sono finiti'? Mi pare – sottolinea il presidente dell'ARS – che si sta ripetendo la storia di sempre: l'Anas dichiarava di non avere piu' soldi per il Sud e per evitare l'abbandono delle strade del Mezzogiorno venivano stornati i fondi del Fas. In questo modo le risorse ordinarie per le regioni meridionali regolarmente finivano al Nord. Da ministro avevo interrotto questo meccanismo''. ''La verita' – conclude Micciche' – e' che l'Anas preferisce realizzare infrastrutture in altre zone d'Italia piuttosto che in Sicilia, perche' in questo modo puo' fare meglio i propri interessi. Ma noi dobbiamo combattere questo modo di fare e dobbiamo dire di no'' (ASCA)