• Home / CITTA / Gratteri: “Giustizia faccia il suo corso”

    Gratteri: “Giustizia faccia il suo corso”

    Se oggi dicessi cosa penso su cio' che sta accadendo commetterei un grave errore. Probabilmente un mio intervento non farebbe altro che danneggiare i protagonisti di queste vicende. E' bene che la giustizia penale e amministrativa facciano il loro corso; l'augurio e' che ognuno legga tutto il materiale con animo sereno e senza pregiudizi". Lo ha detto il sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Reggio , Nicola Gratteri, rispondendo ad una domanda dei giornalisti sul "caso De Magistris". Gratteri a Scalea, nel Cosentino, ha incontrato gli studenti per un dibattito sul libro scritto dallo stesso magistrato e dal giornalista Antonio Nicaso, "Fratelli di sangue". "Il libro ha avuto una gestazione travagliata – ha spiegato Gratteri – perche' con Antonio Nicaso abbiamo parlato per anni sulla possibilita' di scrivere la storia della 'ndrangheta. Nel percorso abbiamo conosciuto Walter Pellegrini che ci ha messo a nostro agio e nelle condizioni di poter scrivere cio' che pensavamo. Siamo arrivati ad un libro documentato dove non ci sono sconti per alcuna famiglia. Abbiamo pensato cosi' di poter ripercorrere l'evoluzione della 'ndrangheta". (AGI)