• Home / CITTA / De Magistris: vicenda tabulati potrebbe finire al CSM

    De Magistris: vicenda tabulati potrebbe finire al CSM

    Potrebbe finire all'esame del Csm la vicenda delle migliaia di tabulati telefonici di cittadini e esponenti delle istituzioni,che secondo indiscrezioni di stampa sarebbero state acquisite dal pm di Catanzaro, Luigi De Magistris. Un'iniziativa che secondo alcuni consiglieri di Palazzo dei marescialli sarebbe ''doverosa''. E' di questo avviso Fabio Roia (Unicost), componente della Prima Commissione di Palazzo dei marescialli, che gia' si sta occupando del magistrato. ''Nel rispetto del segreto investigativo bisogna capire a che e' titolo, se e' vero quel che hanno scritto i giornali, un consulente del pm possa crearsi una banca di dati sensibili. Credo che sia doveroso farlo anche da parte della Prima Commissione''. Va oltre Gianfranco Anedda (An), anch'egli componente della Prima Commissione, che giudica sin da ora ''non corretta'' la condotta del magistrato in relazione a questa vicenda. '' Una sentenza della Cassazione – spiega – ha equiparato l'acquisizione dei tabulati a quella delle intercettazioni; se fosse vera questa acquisizione,peraltro disposta incaricando il perito di cui si parla, sarebbe un'attivita' non corretta''. Per Anedda non c'e' dubbio che c'e' materia per un intervento del Csm. ''Credo che il presidente della Prima Commissione se ne fara' carico. E se fossi io a dover giudicare lunedi' in disciplinare De Magistris, questa vicenda mi darebbe da pensare, ammesso che quello che ho gia' pensato in questi giorni non fosse gia' sufficiente''. (ANSA)