• Home / CITTA / Caruso (Prc): “Stornare i fondi della Torino-Lione sulla statale jonica”

    Caruso (Prc): “Stornare i fondi della Torino-Lione sulla statale jonica”

    Stornare gli ingenti capitali pubblici statali da investire per la linea ferroviaria ad Alta Velocita' Torino-Lione, "progetto osteggiato dalle popolazioni locali", per indirizzarli invece sul potenziamento delle infrastrutture stradali e ferroviarie della costa jonica calabrese, "potenziamento che da decenni le popolazioni locali sollecitano nei confronti di una classe politica forse troppo attenta agli interessi delle grandi imprese e poco a quelli che invece sono i reali bisogni dei cittadini". Lo propone il deputato Francesco Caruso (Prc) in una interrogazione al ministro delle Infrastrutture. Caruso sottolinea che "la statale 106 Jonica, nata in condizioni profondamente diverse da oggi, sia per la nascita e l'allargamento dei centri abitati lungo il suo tragitto, sia per l'aumento dei veicoli che la percorrono, rversa oggi in condizioni particolarmente fatiscenti". "In data 9 marzo 2007, il Ministro Di Pietro – afferma Caruso – ha effettuato un sopralluogo presso il ponte sul fiume Trionto, nel comune di Crosia (Cosenza), insieme al sottosegretario Meduri ed al direttore Generale dell'Anas, Minnenna. Il ponte sul fiume Trionto rimane una strozzatura tra le piu' vistose per la semplice ragione – aggiunge – che e' stato realizzato con le tecniche e l'architettura degli anni '30 e, a distanza di quasi 80 anni dalla sua costruzione, ormai non e' piu' nelle condizioni di garantire la fluidita' e la sicurezza dei flussi di traffico attuali". Caruso fa rilevare che "sul doppio senso di marcia i mezzi pesanti non sono nella condizione di transitare mentre nel periodo di maggiore intensita' di traffico si determinano disagi e code infinite perche' il transito avviene a senso alternato in modo spontaneo e arbitrario. Lo stesso Ministro delle infrastrutture successivamente, nell'incontro con i Sindaci a Rossano avvenuto nella stessa giornata, informava sui programmi dell'Anas che assumono la realizzazione dell'opera con destinazione di risorse e l'apertura dei cantieri entro l'estate". Ad oggi, pero', dice Caruso, "ncora non si intravede l'apertura dei cantieri e l'inizio di qualsivoglia lavoro". Il parlamentare chiede quindi al ministro "se non ritenga opportuno verificare e sollecitare le autorita' preposte affinche' i lavori per il ponte sul fiume Trionto vengano avviati nel piu' breve tempo possibile". Caruso domanda, ancora, "con quali risorse e con quale tempistica il ministro intenda procedere per la realizzazione complessiva dell'ammodernamento e del raddoppio della statale 106 nel suo complesso, per ridare una prospettiva e una dignita' alla mobilita' sulla costa jonica, gia' segnata dalle condizioni altrettanto drammatiche e fatiscenti in cui riversa la linea ferroviaria, anch'essa lasciata al degrado e all'abbandono in questi ultimi anni". (AGI)