• Home / CITTA / Bufera a sinistra: Iovene attacca Loiero

    Bufera a sinistra: Iovene attacca Loiero

    ''Loiero, come gli capita oramai sempre piu' spesso, elude i problemi politici che deve affrontare. La delusione, in Calabria ed in Italia, verso la sua presidenza e l'azione della Giunta e' enorme e ormai crescente. Egli ha sistematicamente ignorato i segnali di malessere sempre piu' grandi e diffusi tra coloro che pure lo avevano sostenuto lealmente''. Lo dice Nuccio Iovene di Sinistra Democratica che invita Loiero a prestare piu' attenzione ai troppi indagati presenti nel consiglio regionale della Calabria. ''Invece che governare la Calabria, ha occupato, e continua ad occupare il suo tempo nella costruzione di un partito personale, che ora diventera' la sua corrente personale nel Partito Democratico, il Pdm il cui programma fondamentale e' l'occupazione di tutti gli incarichi e i posti pubblici disponibili''. ''E' talmente distratto – aggiunge – che gli e' sfuggito un dato ufficiale che sugli indagati in Consiglio Regionale esiste da tempo; lo ha fornito il procuratore antimafia Grasso in un'audizione alla Commissione parlamentare: gli indagati sono 22 e quattro di essi lo sono per reati di mafia -aggiunge- Circa il 50% del Consiglio. Ed il primo condannato in realta' e' stato dichiarato decaduto da Prodi. A Cosenza, sabato scorso, e' successo un fatto politico: Sinistra Democratica ha lanciato un allarme e avanzato una proposta all'intera sinistra a partire dall'amara constatazione, dopo due anni e mezzo, che l'attuale legislatura regionale non ha compiuto alcun significativo atto di discontinuita' rispetto al passato e al centrodestra. E le centinaia e centinaia di persone presenti hanno accolto con grande entusiasmo quella proposta. Loiero, invece che buttarla in caciara, farebbe bene a prenderne atto e a farci i conti''. (ANSA).