• Home / CITTA / Vibo, banconote false: due denunce

    Vibo, banconote false: due denunce

    Due persone, un uomo di 60 anni S.P., residente a Rosarno (Reggio Calabria) e un minore di origine romena A.P., di 16 anni, sono state denunciate dai Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia per introduzione e smercio nello Stato di banconote contraffate. I militari erano sulle loro tracce gia' da parecchio tempo. Dal alcuni mesi, infatti, in tutto il territorio della provincia di Vibo Valentia si erano fatte sempre piu' insistenti le voci di un vorticoso traffico di banconote contraffatte, in piu' occasioni sequestrate dagli stessi militari dell'Arma su segnalazione di commercianti raggirati. Ad agire era sempre una coppia composta da un uomo e un ragazzo, che gli faceva da spalla e forniva supporto durante le azioni. Uno di loro restava sempre in macchina a controllare che il motore rimanesse accesso e a fare da palo per segnalare l'arrivo delle forze dell'ordine mentre l'altro, scendendo dal veicolo, si infilava in un negozio, spesso di un piccolo paesino della provincia, effettuando acquisti per pochi euro e presentando alla cassa una banconota da 100 euro nuova di zecca. Per evitare che la carta moneta fosse esaminata troppo approfonditamente dal cassiere, il malvivente lo sollecitava dicendogli di avere molta fretta, aiutato in questo dal complice che suonava con insistenza il clacson. I carabinieri, al termine di un lavoro durato mesi e completato solo dopo aver sentito decine di testimonianze e aver visionato centinaia di filmati estrapolati dalle telecamere dei vari luoghi dove era stato rinvenuto il denaro falso, erano riusciti a realizzare un identikit dei due spacciatori di denaro falso e della macchina a bordo della quale portavano a termine le proprie scorribande lungo la direttrice dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria. Dopo settimane di ricerche, una pattuglia della Stazione di Maierato ha intercettato l'auto sospettata di essere utilizzata dalla coppia di contraffattori, una Chevrolet Tacuma, che si stava aggirando per le vie del piccolo abitato di Filogaso. I due non hanno avuto il tempo di rendersi conto di niente e in pochi attimi si sono visti affiancare da due militari in uniforme che hanno ordinato loro di scendere dal veicolo ed esibire i documenti. L'immediata perquisizione operata dai Carabinieri all'interno del veicolo ha permesso di accertare che all'interno di un vano nascosto ricavato nell'abitacolo della macchina c'erano tre banconote da 100 euro ed una da 20 abilmente e perfettamente contraffatte che i due avevano intenzione di smerciare proprio a Filogaso prima di cambiare nuovamente zona per le proprie attivita'. Sono state avviate da parte del Nucleo Carabinieri Antifalsificazione Monetaria le indagini per risalire alle fonti di approvvigionamento delle false banconote e per compararle con le altre smerciate in altri Stati dell'Unione negli ultimi tempi. (Adnkronos)