• Home / CITTA / Truffe assicurazioni, maxi operazione a Reggio

    Truffe assicurazioni, maxi operazione a Reggio

    Otto persone sono state arrestate – di loro quattro sono state poste ai domiciliari – dal personale della Dia a Reggio Calabria ed altre 44 sono indagate per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa alle societa' di assicurazione. Alle persone arrestate e' stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Reggio Calabria, Adriana Costabile, che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore, Giuseppe Bianco. Le persone arrestate ed ora detenute in carcere sono: Domenico Foti, 32 anni; Antonino Lo Presti, 60 anni; Antonio Polimeni, 36 anni e Giuseppe Pratico', 40 anni, tutti carrozzieri. Hanno ottenuto i domiciliari: Domenico Arico', 39 anni; Rosario Arico', 48 anni; Francesco Romeo, 58 anni e Vincenzo Stivilla, 31 anni. Il gip ha escluso a carico degli arrestati l'aggravante dell'associazione mafiosa ma e' stata contestata ad alcuni degli indagati poiche' sono indicati dagli inquirenti vicini alla cosca dei De Stefano-Tegano. L'operazione, scattata la corsa notte, e' stata condotta dalla Direzione investigativa antimafia, ed ha riguardato il controllo di centinaia di finti sinistri stradali, ferimenti, che hanno fruttato all'organizzazione centinaia di migliaia di euro. Alle agenzie assicurative venivano presentati certificati medici di risonanza magnetica contraffatti proprio per aumentare il valore dei premi assicurativi riscossi. Nel corso dell'operazione compiuta stamani il personale della Dia ha sequestrato l'autocarrozzeria di Antonino Lo Presti, il cui valore ammonterebbe ad un milione e 500 mila euro. (ANSA)