• Home / CITTA / Test Università, Dalla Chiesa. “abbiamo pensato anche ad annullamento generale”

    Test Università, Dalla Chiesa. “abbiamo pensato anche ad annullamento generale”

    ''Abbiamo preso seriamente in considerazione l'ipotesi di un annullamento generale dei test di ammissione perche' quello che e' successo e' molto grave. Ma sul piano giuridico la decisione non avrebbe retto''. Lo ha dichiarato il sottosegretario al Ministero dell'universita' e della ricerca Nando Dalla Chiesa intervenendo nel programma ''Viva Voce'' su Radio 24. ''I beneficiari delle truffe di tutta Italia saranno defalcati dall'elenco degli ammessi – ha continuato Dalla Chiesa ai microfoni di Radio 24-. E in ogni processo che nascera' da queste truffe ci costituiremo parte civile come ministero e non resteremo inerti di fronte alle eventuali responsabilita' delle commissioni che hanno tollerato la mescolanza di candidati di eta' molto diversi o hanno assistito senza intervenire all'uso di cellulari''. Il sottosegretario ha poi sottolineato la necessita' di cambiare i test. ''Dall'anno prossimo il test dovra' essere fatto in modo diverso – ha spiegato Dalla Chiesa – Certi errori nei quiz sono stati strafalcioni elementari. Se li avesse preparati una commissione permanente l'avremmo gia' sciolta ma era stata creata ad hoc. Ma sicuramente non sara' piu' la stessa l'anno prossimo. Ma anche i test vanno ripensati perche' non e' una supermaturita' ma e' una prova che deve valutare la vocazione e la predisposizione dello studente a intraprendere la strada del medico. La cultura generale e' stata gia' giudicata alla maturita'''. Dalla Chiesa ha quindi commentato i risultati insolitamente alti ottenuti dagli studenti in alcune universita', come a Messina: ''Abbiamo presentato un esposto alla Procura. Non abbiamo prove ma qui e li' emergono indizi come se i migliori studenti d'Italia si concentrassero in un paio di sedi universitarie. Questo non e' statisticamente pensabile''. (Adnkronos)