• Home / CITTA / Scontri Catania-Palermo: arrestato ultras di Lamezia

    Scontri Catania-Palermo: arrestato ultras di Lamezia

    Un giovane di 21 anni Mario Marinelli, di Lamezia Terme,  appartenente agli ultras lametini gemellati con la tifoseria Catanese, e' stato tratto in arresto nella serata di ieri da personale del Commissariato di Lamezia Terme e della Digos di Catania in esecuzione di un provvedimento restrittivo in carcere emesso dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Catania, Antonino Fallonenti. Dopo le formalita' di rito il giovane e' stato rinchiuso nella casa circondariale di Lamezia Terme, a disposizione dell'Autorita' Giudiziaria. E' accusato di resistenza a pubblico ufficiale aggravata, lancio di pietre ed altri oggetti contundenti all'indirizzo delle Forze dell'Ordine all'interno e all'esterno dello stadio di Catania, con l'aggravante che dai fatti derivava l'interruzione della manifestazione sportiva, danneggiamento aggravato ed altro. I gravi fatti contestati a Marinelli risalgono al 2 febbraio scorso quando nel corso dell'incontro di calcio Catania – Palermo si verificarono incidenti che portarono anche alla morte dell'Ispettore della Polizia di Stato Filippo Raciti. L'identificazione del Marinelli e' stata possibile grazie ad una particolare e dettagliata disamina dei filmati registrati grazie alle telecamere posizionate all'interno e all'esterno dello stadio Massimino grazie alle quali sono stati gia' resi possibili altri arresti. (Adnkronos)