• Home / CITTA / Regione, mozione di Magarò (Sdi) pro disabili

    Regione, mozione di Magarò (Sdi) pro disabili

    ''Tutte le istanze di contributo, avanzate per l'eliminazione ed il superamento delle barriere architettoniche ai sensi della Legge 13/89, sono inevase per la mancanza degli stanziamenti necessari da parte del Governo''. E' quanto sostiene, in una dichiarazione, Salvatore Magaro', consigliere regionale socialista della Calabria. ''Si tratta delle richieste legittime, presentate da persone affette da disabilita', che chiedono il rimborso delle spese gia' sostenute per adeguare la propria abitazione alle difficolta' di deambulazione con cui devono quotidianamente confrontarsi. Tali lavori – spiega Magaro' – riguardano prevalentemente opere murarie per ampliare le porte di accesso, la realizzazione di scivoli per l'accesso ai piani alti e l'installazione di pedane servoscala o di ascensori per disabili. La sospensione dell'erogazione dei contributi ha determinato l'accentuarsi del grave disagio, gia' avvertito da quelle famiglie, gia' alle prese con le difficolta' determinate dalla carenza di servizi per i disabili''. ''Sono convinto – dice magaro' – che la qualita' di un'amministrazione si misuri anche dalla capacita' di fornire risposte tempestive ed adeguate alle fasce sociali piu' deboli e svantaggiate. Ed e' per questo – ha concluso Salvatore Magaro' – che ho presentato una mozione per impegnare la Giunta a sollecitare il Governo nazionale ed, in particolare, il Ministero dei Lavori Pubblici, a rifinanziare adeguatamente il Fondo istituito dalla Legge 13/89 e ad anticipare con fondi propri di bilancio, le somme dovute alle famiglie che hanno richiesto il rimborso degli oneri sostenuti per la realizzazione di opere di superamento o di eliminazione delle barriere architettoniche''. (Asca)